Cerca
  • Maria Elena Cristiano

La realtà dietro le leggende


Vi siete mai chiesti da dove uno scrittore di storie dell'orrore trae ispirazione? No? Davvero? Ma non siete neanche un po' curiosi... ravvedetevi! La curiosità è il motore del cambiamento e quindi dell'evoluzione. Evolvetevi!

Ogni "artista" da vita alle sue creature di carta, colore, luce, musica, movimento o marmo prestando ascolto a quella vocina petulante, insistente e maleducata che lo incita a sovvertire l'ordine costituito e a lasciare il segno del proprio estro su questa roccia tiepida che chiamiamo affettuosamente casa. Quindi è abbastanza intuitivo che la fonte principale della creazione artistica affonda le radici nel subconscio, e Freud lo aveva detto molti decenni or sono. Però anche i demoni, o gli angeli, che albergano nella parte più profonda dell'Io di ogni scrittore, poeta, pittore, musico o regista hanno bisogno di appigli prosaici e materiali per poter crescere e attecchire sul piano del reale. Ma, direte voi, un autore che si cimenta con demoni, fantasmi, patti satanici, creature immortali, alieni coprofagi e chimere millenarie, dovrà per forza rinunciare a trarre spunto da ciò che è saldamente ancorato al suolo. E, invece, no. Nemmeno per sogno. Il mondo è pieno di materia oscura (e non mi riferisco agli studi di Sheldon Cooper). Reperti anomali, manifestazioni paranormali, enigmi, incongruenze che foraggiano egregiamente gli incubi di noi scribacchini del mistero e dell'insolito. Un esempio? L'Isla de Las Munecas in Messico, dove ho ambientato il romanzo "L'isola delle bambole", oppure la morte misteriosa del padre del blues Robert Johnson, che è il perno del mio libro "Me and the Devil". Autopromozione? Certo che sì... E restando in tema autocelebrativo, voglio raccontarvi la singolare vicenda delle mummie catalogate e collezionate dallo xeno-biologo Thomas Theodore Merrylin, protagonista del mio romanzo "Sad Satan, la setta del diavolo triste", seguito de "L'isola delle bambole", di prossima pubblicazione.

Nel recente 2006, in quel di Londra, fu abbattuto un ex orfanatrofio fatiscente. Gli operai mandati per ispezionare lo stabile trovarono dietro una finta parete centinaia di scatole di legno sigillate appartenenti al naturalista Thomas Theodore Merrylin, a sua volta figlio di un noto biologo del 1700. Il contenuto di quelle casse si rivelò a dir poco interessante: perfettamente conservate sin dal 1940, i bauli di legno contenevano oltre 5000 esemplari di flora e fauna, assieme a moltissimi reperti e alcune relazioni firmate da diversi scienziati del tempo. La maggioranza dei reperti fossili, però, non era costituita da mitili millenari o da ossa Giurassiche, ma da scheletri di fate, giganti, licantropi, vampiri e perfino draghi.

Le singolari scoperte possono essere ammirate nel Merrylin Cryptid Museum, curato da un giovane londinese di nome Alex CF che ha deciso di allestire un museo itinerante dove sono raccolti i reperti dello xeno-biologo. Diverse analisi sono state condotte sulla strabiliante collezione, ma nessun risultato si è dimostrato davvero dirimente, lasciando praticamente intatto l'alone di mistero che avvolge i resti delle creature fiabesche catalogate dal bizzarro scienziato.

Capite bene quanto una notizia di tal fatta abbia acceso la miccia del mio bacato cervellino che ha immediatamente catapultato i protagonisti de "L'Isola delle bambole", il medium Fred Wallstone, il vampiro Edward Howard XI duca di Norfolk, la bella giornalista Sara Brannighan, lo spettro di Joseph Fuller e la strega della congrega di Benevento Lidia De Girolamo in una nuova avventura che partendo dal deep web e dall'arcade Sad Satan, finirà per portare i miei anti eroi dritti nella tana del bianconoglio dove tutto è possibile. Cos'è Sad Satan? Un videogioco maledetto che potete trovare nel web sommerso, ve ne parlerò la prossima volta.

Ovviamente anche questa avventura di prossima pubblicazione è dedicata a Michele Salvemini, colonna sonora del mio inconscio. Sì, sì. Proprio quello...



Se ti è piaciuto l'articolo, amerai il mio nuovo romanzo:

"Me and the Devil" il nuovo romanzo di Maria Elena Cristiano


https://www.amazon.it/Devil-Odissea-Digital-Maria-Cristiano-ebook/dp/B073C9SKSM


0 visualizzazioni

© 2018 by BABYLON CAFE'. 

  • w-facebook
  • Twitter Clean
  • Instagram Icona sociale